Museo Revoltella


Trieste [25 settembre 2014]
Trieste Next 2014 al Revoltella


CINEMA E TEATRO AL MUSEO REVOLTELLA CHE OSPITA ALCUNI APPUNTAMENTI DI TRIESTE NEXT 2014

EnergETHIC il tema di quest’anno: energia e il suo impiego sostenibile

Al Museo Revoltella il ciclo di film organizzato dall’Università di Trieste sulla storia dell’energia in Italia, con commenti di studiosi di grande rilievo.
Si parte venerdì 26 settembre alle 20.30 con La via del petrolio di Bernardo Bertolucci (1967), Gela antica e nuova di Giuseppe Ferrara (1964) e Chilometri di Valentino Orsini (1966), frutto di una collaborazione tra l’ufficio cinema dell’Eni, voluto da Enrico Mattei, e alcuni tra i più importanti registi e intellettuali del secondo dopoguerra.
Sabato 27 settembre alle 20.30, tocca a Il caso Mattei, di Francesco Rosi (1972), un giallo politico che intreccia varie fonti e punti di vista, dall’intervista, all’inchiesta, al reportage televisivo; uno dei migliori film-inchiesta del cinema italiano.
Domenica 28 alle 15.30 la proiezione di uno dei documentari più significativi dell’epoca per il ritratto che offre dell’Italia a cavallo tra gli anni della ricostruzione e del boom economico: L’Ialia non è un paese povero (1960) realizzato da Joris Ivens con Alberto Moravia, Tinto Brass, Valentino Orsini e dei fratelli Taviani, che più tardi emergeranno nel cinema italiano.
E poi il teatro. Sempre il Museo Revoltella sabato 27 settembre alle 15 ospiterà “Not in my back yard” che impegnerà studenti/attori dell’Ateneo triestino nella rappresentazione di un processo tra una impresa di estrazione di shale gas e gli abitanti della zona circostante illustrando come potrebbe cambiare la sentenza a seconda del diritto di Francia, Italia e Stati Uniti.

Info e programma su www.triestenext.it







© 2014 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura