Museo Revoltella


Trieste [22 agosto 2013]
Tornano dal 25 agosto gli spettacoli itineranti sulla storia del barone Revoltella


Nuove repliche al Museo Revoltella degli spettacoli itineranti incentrati sulla figura del barone Pasquale Revoltella.
Dopo il grande successo riscosso in questi anni, in occasione della centesima replica, (avendo tagliato il traguardo dei 4000 spettatori) verranno riproposti entrambi gli spettacoli : il giorno 25 agosto e 1 settembre, alle ore 11, 18 e 19,30 andrà in scena “Il barone e l ‘ Arciduca. Sogni d’oltremare a palazzo Revoltella” e il 14 e 15 settembre sempre alle ore 11, 18 e 19,30 Un caffè con il barone”. Il primo spettacolo “Il barone e l ‘ Arciduca”evoca le figure del Barone Revoltella e dell’Arciduca Massimiliano d’Austria, immaginando una visita che quest’ultimo fece in concomitanza della sosta dell’imperatrice Elisabetta a Miramare. L’ Arciduca avrà occasione di raccontare al Barone del suo ultimo viaggio in Brasile rendendolo partecipe delle sue aspirazioni, dei suoi tormenti, diviso tra un carattere mite e sensibile e gli obblighi a cui il suo ruolo lo richiamavano, come l'accettazione della corona del Messico. Revoltella, ancora Cavaliere, ma presto Barone, svelerà all’Arciduca e al pubblico il suo viaggio in Egitto, la straordinaria avventura del canale di Suez e le speranze mondiali che in questa opera vengono riposte . Un confronto che metterà a nudo due personaggi profondamente diversi, per carattere, indole e visione del mondo, ma accomunati dal volere realizzare i propri sogni: la corona del Messico e la costruzione della più strabiliante opera ingegneristica del secolo.
 
In “Un caffè con il Barone”, di stanza in stanza, il barone, assieme all ‘amico Pietro accompagnerà personalmente gli spettatori, coinvolti nello spettacolo come ospiti del palazzo. Attraversando i corridoi della sua residenza si sveleranno luci e ombre della sua vita. Nato a Venezia nel 1795, Revoltella, figlio di macellaio, si trasferì a Trieste da bambino quando la madre rimase vedova. Dopo un periodo di stenti, divenne protagonista di una rapida scalata sociale, grazie alle sue capacità imprenditoriali nell'importazione di legnami e granaglie, e alla sua amicizia con von Bruck, ministro degli Asburgo, diventando direttore delle Assicurazioni Generali e consigliere del Lloyd Austriaco. Deputato di Borsa, ebbe partecipazioni in numerose imprese, triestine e non solo, divenne rappresentante ufficiale del governo austriaco e vicepresidente della Compagnia Universale del Canale di Suez. Gli spettacoli sono interpretati da Lorenzo Acquaviva nella parte del barone Revoltella e da Ivan Zerbinati in quella dell’ Arciduca e dell’ amico Pietro, liberamente ispirata all’ artista Pietro Kandler. La regia è di Davide Del Degan e i testi a cura della compagnia e di Lino Marrazzo.

Ogni spettacolo dura circa 40 minuti.

Necessaria la prenotazione al numero 040 675 4350. 







© 2013 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura