Museo Revoltella


Trieste [04 marzo 2010]
Il gioco di domenica 7 marzo: un libretto futurista!


Secondo appuntamento con le "Futuristicherie dei bambini"

Continua, nell'ambito della mostra dedicata a Giorgio Carmelich, il programma di laboratori creativi dedicati ai più piccoli.

 

Domenica 7 marzo 2010 ore 10 e ore 16

 

E come Epeo. Inventiamo un libretto!

Ancora liceali, Giorgio Carmelich e il suo amico Emilio Mario Dolfi realizzavano in casa piccoli libri di poesie, e fecero persino una rivista, “Epeo”, con i disegni di Giorgio e le poesie e gli articoli di Emilio. I bambini che partecipano al laboratorio hanno a disposizione tutti gli strumenti per confezionare un libretto, pensando ai testi, alla copertina, ai disegni e alla rilegatura. Anche i più piccoli avranno la possibilità di realizzare il loro libro, con schede, disegni da colorare.

 

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

 

Orari e fasce d’età

I laboratori, della durata di due ore circa, sono organizzati alla domenica, al mattino e al pomeriggio, e divisi in due fasce d’età:

ore 10-12 per bambini dai 7 ai 10 anni

ore 16-18 per bambini dai 4 ai 6 anni (accompagnati da adulti)

 

Le attività

Guidati dall’operatrice didattica Serena Paganini, i bambini parteciperanno a diverse attività: innanzitutto verranno condotti a visitare la mostra, dove scopriranno che cos’è il Futurismo e come si riconoscono le opere futuriste; potranno vedere dal vivo dipinti, disegni, stampe, collage, manifesti, libri ma riceveranno anche delle schede su alcuni capolavori del Futurismo, che vedranno riprodotti, e assisteranno a una breve proiezione. Nella seconda parte realizzeranno a loro volta un’opera futurista: potrà essere un manifesto, un collage, una poesia, una scenografia, un libretto…..

 

Gli accompagnatori

Genitori e nonni che accompagnano i più grandi (laboratori del mattino) possono rimanere in museo e scegliere tra varie possibilità: visitare la mostra e il museo, usufruire delle visite guidate gratuite (ore 11) e, nelle domeniche in cui l’auditorium ospita una “mattinata musicale” (ore 11) seguire il concerto e la visita guidata delle ore 10.

 

Prenotazioni

La partecipazione ai laboratori è su prenotazione telefonica (040-6754350) ed è garantita per minimo 5 e massimo 12 bambini per gruppo.

 

Biglietto d’ingresso:

bambini 4,50 Euro

accompagnatori 6,50 Euro intero; 4,50 Euro ridotto

 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

Domenica 14 marzo 2010 ore 10 e ore 16

Il collage. Dipingiamo con la carta e facciamo anche noi i pittori futuristi.

Inventato dai cubisti, in particolare da Pablo Picasso, Georges Braque e Juan Gris nel 1912-13, il collage, tecnica artistica che consiste nell’incollare pezzi di carta, ritagli di giornale e così via su un fondo, fu ripresa dai futuristi, come vedremo grazie alle opere di Fortunato Depero e Giorgio Carmelich presenti nell’esposizione. I piccoli partecipanti al laboratorio potranno sperimentare questa tecnica con carte colorate, colla e forbici, naturalmente sotto il controllo dell’operatrice.

 

Domenica 21 marzo 2010 ore 10 e ore 16

“Spettacoli futuristi”. Il teatro dei colori.

La mostra “Giorgio Carmelich. Futuristicherie” offrirà lo spunto per scoprire gli spettacoli che venivano organizzati dai futuristi, le loro poesie e le coloratissime scenografie, completamente nuove rispetto a quelle tradizionali. I bambini scopriranno quanto fu importante e rivoluzionario il teatro futurista.

 

Domenica 28 marzo ore 10 e ore 16

I pastelli di Giorgio. Esperimenti con le matite colorate: tecnica artistica utilizzata da Giorgio Carmelich. Dopo avere abbandonato il Futurismo, Giorgio Carmelich scoprì la poesia del pastello e sperimentò intensamente questa tecnica. Molti paesaggi sono ispirati da angoli di Trieste, altri da Praga dove visse qualche tempo. L’ultimo laboratorio sarà dedicato al pastello e agli scorci cittadini.

 

………………………………………………………………

 

Civico Museo Revoltella   Via Diaz, 27 – 34123 TRIESTE -  revoltella@comune.trieste.it   www.museorevoltella.it

in collaborazione con Paganini Arte paganiniarteposta@alice.it

 

 

 

 

 

 







© 2010 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura