introduzione

ritratti borghesi


ritratti borghesi

RITRATTI MASCHILI

Pietro Melchiorre Alimonda
Giusto Giuseppe Allodi
Filippo Amodeo
Ritratto di anziano
Gustavo Birti
Giuseppe B. Bison
Niccolò Botta
Antonio Maria Budinich
Ciriaco Catraro
maestro Emanuele Edele
Carlo Antonio Fontana
Carlo Ottavio Fontana
Ignazio Furlani
dottor Ferdinando Gobbi
dottor Goracuchi
Francesco Holznecht
Il medico Isacco Luzzatti
Emerico Margoni
Giacomo Margoni
Ritratto maschile (cmr)
Ritratto maschile (mp)
Ritratto maschile (cmr)
Giuseppe Maurovich
il nano ostricaro
Albano Oblasser
Il padre
Francesco Pascottini
Domenico Perissini
Francesco Perissutti
dott. Petrovich
il Polacco
Natale Pontoni
Carlo Popovich
direttore delle poste Preinitsch
Federico Reisden
Giancristoforo Ritter de Zahony
Vincenzo Sambo
Francesco Tominz
Gaspare Tonello
Giuseppe de Toppo
Zuan Parussula
Zuan delle Rose
Michele Weis


ritratti aulici
religione e mito
disegni e bozzetti

 

 

ingrandisci

DOTTOR ALESSANDRO DE GORACCHI
1845-50
Olio su tela
Proprietà: Civico Museo Revoltella, Trieste

Ottimamente riuscito sul piano espressivo, il ritratto del medico Alessandro de Goracuchi unisce all'"enigmaticita" di un sorriso non del tutto espresso alla suggestione di un'illuminazione soffusa e discreta. Considerando l'aspetto giovanile del medico e il taglio della giacca da lui indossata, l'opera sembra risalire ai primi anni quaranta.
Nato a Trieste nel 1807, de Goracuchi studiò a Vienna, dove apprese le metodologie della medicina illuministica. Personaggio versatile e ricco d'interessi, anche al di fuori della propria professione, de Goracuchi fu promotore di molte iniziative culturali e artistiche. Un contemporaneo lo descrisse così: "florido in viso, sempre sorridente e con l'occhio vivacissimo da cui traspare l'ingenua bontà del cuore e il vigoroso acume della mente", aspetti che Tominz seppe cogliere alla perfezione.

- abitazione
- moda viennese