introduzione

ritratti borghesi


ritratti borghesi

RITRATTI MASCHILI

Pietro Melchiorre Alimonda
Giusto Giuseppe Allodi
Filippo Amodeo
Ritratto di anziano
Gustavo Birti
Giuseppe B. Bison
Niccolò Botta
Antonio Maria Budinich
Ciriaco Catraro
maestro Emanuele Edele
Carlo Antonio Fontana
Carlo Ottavio Fontana
Ignazio Furlani
dottor Ferdinando Gobbi
dottor Goracuchi
Francesco Holznecht
Il medico Isacco Luzzatti
Emerico Margoni
Giacomo Margoni
Ritratto maschile (cmr)
Ritratto maschile (mp)
Ritratto maschile (cmr)
Giuseppe Maurovich
il nano ostricaro
Albano Oblasser
Il padre
Francesco Pascottini
Domenico Perissini
Francesco Perissutti
dott. Petrovich
il Polacco
Natale Pontoni
Carlo Popovich
direttore delle poste Preinitsch
Federico Reisden
Giancristoforo Ritter de Zahony
Vincenzo Sambo
Francesco Tominz
Gaspare Tonello
Giuseppe de Toppo
Zuan Parussula
Zuan delle Rose
Michele Weis


ritratti aulici
religione e mito
disegni e bozzetti

 

 

ingrandisci

CARLO D'OTTAVIO FONTANA
1832
Olio su tela, 76,5 x 68 cm
Proprietà: collezione privata

Appartenente alla rinomata collezione del barone Morpurgo, il ritratto di questo illustre personaggio, assieme all'effigie del figlio Carlo Antonio e a quella del suocero di quest'ultimo, Federico Reisden, vennero attribuiti per tradizione famigliare a Giuseppe Tominz. Il ritratto in esame, tuttavia, rivelando alcune caratteristiche non propriamente comuni allo stile tominziano, può suscitare qualche perplessità riguardo alla suddetta attribuzione.
Carlo d'Ottavio Fontana nacque a Trieste nel 1774 e morì nel 1832, anno di esecuzione del presente ritratto. Ottenuta nel 1807 la "sudditanza austriaca" e ceduta la farmacia di famiglia, eresse "nel primo giorno dell'anno 1808, una casa di commercio sotto la Ditta Carlo d'Ottavio Fontana", che privilegiava lo smercio dei tabacchi. La giovanile passione per la numismatica con gli anni si concretizzò in una "grandiosa raccolta di oltre 40000 pezzi. Particolarmente sensibile verso la propria città fu tra i "maggiori contribuenti pel nuovo tempio di Sant'Antonio Taumaturgo" e tra i più "zelanti promotori del Gabinetto di Minerva".

- moneta
- ritratto di Carlo Antonio Fontana
- abitazione