Museo Revoltella
<< elenco appuntamenti

Trieste [04 novembre 2012, ore 11:00]
Concerto della domenica intorno al Novecento


MATTINATE MUSICALI INTERNAZIONALI
Dodicesima edizione

Auditorium del MUSEO REVOLTELLA
Domenica 4 novembre ORE 11.00

Intorno al ‘900
Omaggio a Giulio Viozzi e a Vito Levi

Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”
Massimo Belli direttore
Lucio Degani violino
Valentina Danelon violino

Concerto inaugurale dedicato ad Aldo Belli

Programma   
Jan Sibelius: Andante Festivo per archi
Vito Levi: Adagio per archi – “A mio padre”(I° esecuzione assoluta)   
Giulio Viozzi: Andantino Notturno/Quattro momenti per archi  
Dimitri Shostakovich:  
Cinque pezzi per due violini e archi
(elaborazione di Davide Pitis)    
Praeludium – Gavotte – Elegie – Walzer – Polka
Lucio Degani e Valentina Danelon violino
Bela Bartok:Danze Popolari Rumene  
Danza con il bastone - Danza della fascia - Danza sul porto - Danza del corno - Polka rumena  - Danza veloce I e II
Lucio Degani violino


CURRICULUM

“L’orchestra Busoni è molto buona dal punto di vista della qualità sonora, ed anche tecnicamente è molto ben preparata.  Massimo Belli ha dentro di sé un’emozione che trasmette, un’emozione positiva, un’ energia, ed è molto importante.” 
Salvatore Accardo

“Ma quant’è meraviglioso quando ci si trova improvvisamente di fronte ad un’esperienza di vita, in cui si é immersi in una piena e sana felicità! Per me é stato così quando ho incontrato questo meraviglioso gruppo di musicisti - la Nuova Orchestra Ferruccio Busoni e il suo Direttore M° Massimo Belli.
Ivry Gitlis

“La “Nuova Orchestra Busoni” è un organismo solido e pulsante nella vita musicale di Trieste. Con Massimo Belli alla guida, l’orchestra ha incominciato a dare dei risultati veramente soddisfacenti, direi quasi sorprendenti, mettendo in luce le qualità direttoriali di Massimo.”
Renato Zanettovich

L’ ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”, complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli è una delle prime orchestre da camera sorte in Italia nel dopoguerra e la più antica della regione Friuli Venezia Giulia.
Svolge attività artistica di livello da più di quarantacinque anni e nel 2008 è stata riconosciuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia “organismo di interesse regionale”
Nel 2005 e nel 2010 per festeggiare il 40° e il 45° anniversario di attività artistica dell'orchestra, si sono tenuti alcuni concerti che hanno avuto un grande successo di pubblico e di critica, con la partecipazione straordinaria del violinista Salvatore Accardo.
L’ orchestra si è posta all’attenzione del pubblico e della critica suonando in Austria, Slovenia, Croazia, Germania, Svizzera, Tunisia e Italia, con solisti d’eccezione quali Salvatore Accardo, Ivry Gitlis, Domenico Nordio, Gianluca Littera, Michael Flaksman, Lucio Degani, Federico Agostini, Massimo Gon, Friedemann Eichhorn, Peter Bannister, Markus Placci, Priya Mitchell, Mauro Maur, Ivan Chiffoleau, Cristiano Rossi, Sandro De Palma, Dan Zhu, Niek De Groot, Mirel Iancovici, David Cohen, Daniel Rowland ecc.
Da sempre attenta alla diffusione della musica contemporanea ha al suo attivo molte prime esecuzioni assolute di compositori quali: Nieder, Sofianopulo, Margola, Conti, Viozzi, Coral, Dott,
Visnoviz, Bellini ecc., alcune delle quali dedicate alla Busoni.
Fra le sue più significative esibizioni si ricordano nell’ottobre 2002 il concerto a Trieste per l’iniziativa Adriatico – Jonica, in occasione della visita del Presidente del Consiglio e dei ministri degli Esteri di vari paesi; il concerto per i festeggiamenti del 700° anniversario della Cattedrale di San Giusto a Trieste; i concerti nel Duomo di Loreto e nel Duomo di Ascoli Piceno, per le Settimane Musicali di Lugano e ai Festival Internazionali di Hammamet e di El Jem.
Il 6 marzo 2004 ha tenuto un concerto a Vittorio Veneto col violinista Markus Placci, vincitore del 26° Concorso Nazionale di Vittorio Veneto, dove nel corso della serata è stato assegnato il “Premio Musicarchi 2004 alla Carriera” a Renato Zanettovich (importante riconoscimento assegnato in precedenza a Claudio Abbado, Riccardo Muti, Salvatore Accardo e Piero Farulli).
Recensioni dei più illustri critici italiani sono apparse su importanti riviste:
“ … l’organismo straordinario che è l’Orchestra Busoni, diretta, a corpo unico, da Massimo Belli.”  AMADEUS – Alberto Cantù
“Il direttore Massimo Belli si supera nella seconda parte riservata ai dintorni strumentali delle nostre glorie operistiche… Ma il valore dell’orchestra che Belli sta guidando con tanto impegno è emerso soprattutto nel Quartetto in mi minore di Verdi: esecuzione di forte rilievo formale nella omogenea qualità del suono.” Gianni Gori - MUSICA
La Busoni è l’ideatrice e principale interprete delle Mattinate Musicali al Museo Revoltella di Trieste, rassegna di musica da camera che vanta ormai dodici anni di attività.
L’ensemble ha inciso un CD per la casa discografica Velut Luna con Domenico Nordio, e numerosi con l’etichetta Rainbow, due dei quali contenente musiche di Franco Margola in prima registrazione mondiale. Ha registrato per la Radio e la Televisione italiana, per SKY Classic e per Canale 5.

MASSIMO BELLI ha intrapreso lo studio del violino con il padre, proseguendo poi con B.Polli.
Si è diplomato a pieni voti e lode sotto la guida di Renato Zanettovich al Conservatorio “B.Marcello” di Venezia.
Ha seguito i corsi di perfezionamento a Fiesole con il Trio di Trieste e Piero Farulli, e all’Accademia Chigiana di Siena con Henryk Szeryng. E’ stato allievo per un biennio di Salvatore Accardo all’Accademia di Alto Perfezionamento “W.Stauffer” a Cremona.
Premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha debuttato sedicenne al Teatro Politeama Rossetti di Trieste per la Società dei Concerti; in seguito ha suonato da solista, nelle più importanti sale italiane (Teatro Verdi di Trieste, Teatro La Fenice di Venezia, Sala Bossi di Bologna, Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Circolo della Stampa di Milano, Conservatorio di Torino, Teatro Litta di Milano, Castel Sant’Angelo a Roma, Festival di Todi, Estate Fiesolana, Sala dei Giganti a Padova, Aterforum di Ferrara ecc.) in tutta Europa, ex unione Sovietica, Turchia e Sud America.
Ha interpretato i principali concerti del repertorio violinistico accompagnato da importanti orchestre: Sinfonica del Conservatorio di Praga (Ciaikovskji), Angelicum di Milano (Beethoven), Teatro Verdi di Trieste (Bruch), Haydn Philarmonia (Mendelssohn), Orchestra da Camera di Salisburgo (Mozart) ecc. E’ stato primo violino di spalla dell’orchestra Giovanile Italiana, dall’Orchestra Busoni, della Haydn Philarmonia e primo violino e direttore dei Virtuosi dell’Ensemble di Venezia.
Ha collaborato con Salvatore Accardo, Ivry Gitlis, Vladimir Mendelssohn, Adriano Vendramelli, Stefan Milenkovich, Aldo Bennici, Piero Bellugi, Tiziano Severini, Dan Zhu, Michael Flaksman, Domenico Nordio ecc.
Il grande compositore triestino Giulio Viozzi ha dedicato a Massimo Belli il brano “Tema variato” per violino solo edito da Pizzicato.
Ha registrato per radio e tv Italiana, Sovietica, Tedesca, Jugoslava, Brasiliana, Austriaca ecc. e inciso per Sipario Dischi e in prima mondiale per Nuova Era (insieme alla pianista Victoria Terekiev) musiche di Donizetti e di Tartini  per la Tirreno Editoriale di Lugano.
Ha studiato direzione d’orchestra con Aldo Belli e Julian Kovatchev.
E’ professore di violino al Conservatorio di Trieste. Ha insegnato al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, ai corsi estivi di Solighetto e recentemente è stato invitato per una Masterclass al Conservatorio Reale di Murcia (Spagna), alla Hoochschule di Mannheim e all’Accademia di Tallin.
Nell’agosto 2002 ha avuto l’onore di dirigere l’orchestra  del 40° formata dai premiati al Concorso Nazionale di Violino Città di Vittorio Veneto in occasione del suo quarantesimo anno di attività.

Lucio Degani ha intrapreso lo studio del violino all'età di 12 anni, diplomandosi nel 1987 con il
massimo dei voti al Conservatorio "L.Cherubini" di Firenze sotto la guida del M° R. Zanettovich. Ha frequentato i corsi di musica da camera e quartetto tenuti dai maestri Zanettovich, De Rosa e Farulli presso la Scuola di Musica di Fiesole.
Premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali, ha intrapreso poi un'intensa attività concertistica in Italia ed all'Estero sia come solista che in formazioni cameristiche. Ha collaborato in qualità di Violino di spalla con l’Orchestra Giovanile Italiana e con l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, suonando sotto la direzione di illustri Maestri (Bertini, Maazel, Maag, Muti, Sinopoli, Thielemann, ecc.).
Dal 1986 si esibisce in veste di solista nei maggiori teatri del mondo (Lincoln Center di New York, Suntory Hall di Tokyo, Musikverein di Vienna, Schauspielhaus di Berlino, La Scala di Milano, l' Opera di Parigi, la sala del Conservatorio Tchajkovskij di Mosca ecc.).
Ha preso parte a numerose registrazioni discografiche per Erato, RCA, RCA Victor, Emi nipponica, Rivoalto e Real Sound. Ha effettuato altresì registrazioni radiofoniche e televisive di concerti dal vivo per RAI, ORF, Radio France.
Recentemente si è esibito come solista al Musikverein di Vienna, all’opera House di Sidney, a San Pietroburgo nella prestigiosa sala della Filarmonica, al Teatro degli Arcimboldi e alla Tokyo Opera City.
Lucio Degani suona un violino Girolamo Amati II del 1734.

Valentina Danelon, nata nel 1985 si è diplomata con il massimo dei voti presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto sotto la guida del M° M.Lot. Ha seguito i Corsi di Perfezionamento violinistico tenuti da J.Berinskaja, P.Vernikov, I.Volochine a Portogruaro, Cividale, Cantù (CO), Mendrisio (Svizzera). Ha conseguito il Diploma di Pedagogia Musicale presso il Conservatorio di Lugano con i proff. Gradov e Modesti. E’ risultata vincitrice di numerosi premi e borse di studio a concorsi nazionali ed internazionali quali: “Crespi” di azzano X (PN), “Città di Castiglione delle Stiviere”(MN); “Comune di Cene (BG)”, “Città di Sesto San Giovanni (Mi)”, Concorso Nazionale per violino solista “L. Zannuccoli” di Sogliano al Rubicone (FC), “La fabbrica delle note” - Unindustria di Padova, “Nuovi orizzonti” (Arezzo), “XI Canetti International Music Festival”(Versailles-Francia). Ha ricoperto il ruolo di solista accompagnata dall’orchestra sinfonica rumena “Mihail Hora”, dall’orchestra Accademia Europea (MI).
Ha collaborato con musicisti di fama quali R. Cohen, E. Bronzi, A.Specchi, V.Mendelssohn, A.Rucli, L.Degani. In formazioni cameristiche e orchestrali ha tenuto concerti in Argentina, Russia, Spagna, Bosnia, Serbia, Romania, Austria, Germania, Slovenia, Croazia, Svizzera. Collabora con numerose orchestre e svolge attività di insegnamento.
Nuova Orchestra da camera “Ferruccio Busoni”
Violini I:  Olga Zakharova, Valentina Danelon, Paola Beziza
Violini II: Martina Lazzarini, Furio Belli, Davide Albanese
Viola:    David Briatore, Federico Furlanetto
Violoncello:   Leo Morello, Massimo Favento
Contrabbasso:   Mitsugu Harada

Comune di Trieste/Civico Museo Revoltella
In collaborazione con
Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”
Con il contributo di:
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia/Assessorato alla Cultura
Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali
Fondazione de Claricini Dornpacher 

PROSSIMO APPUNTAMENTO:

Domenica 18 novembre - Ore 11.00
ENSEMBLE VARIABILE
Claudio Mansutti clarinetto
Margherita Cossio viola
Federica Repini pianoforte
Musica di Mozart, Bruch e Schumann


www.orchestrabusoni.it 





Condividi

<< elenco appuntamenti >> versione stampabile


© 2012 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura