Museo Revoltella


Trieste [07 aprile 2012, ore 18:00]
Chiamatemi Italo. Italo Svevo. Repliche pasquali dello spettacolo


SPETTACOLO AL MUSEO REVOLTELLA
CHIAMATEMI ITALO. ITALO SVEVO

Dopo il grande successo e in occasione della Pasqua lo spettacolo  “Chiamatemi Italo. Italo Svevo” per la regia di Lino Marrazzo, con Sara Alzetta e Lorenzo Acquaviva sarà replicato al Museo Revoltella sabato 7 (ore 18), domenica 8  (ore 20.30) e lunedì 9 aprile (ore 18).
Lo spettacolo, una produzione dell'Associazione Musica Libera con la collaborazione (registrata) dell’Accademia Teatrale “Città di Trieste”- Scuola della Contrada, le musiche di Davide Casali e le riprese video di Maurizio Bressan, farà rivivere gli ultimi due giorni di vita di Svevo. Nel letto di un ospedale, alternando stati di coscienza a quelli d’incoscienza, lo scrittore si trova a rivivere, attraverso considerazioni e fatti alterati dai sogni, una parte del suo passato, i libri, i personaggi, gli affetti in una sorta di racconto autoironico e riflessivo. I sogni, che si svelano sul palcoscenico, sono incontri psicologici, analisi, frammisti a ricordi. Il primo avviene tra lui e Annetta, la coprotagonista del romanzo ‘Una vita’, il secondo rievoca il primo incontro tra lui e la moglie, la cugina Livia Veneziani, mentre il terzo sogno riporta Svevo in Austria, durante una vacanza. Nell'ultimo sogno prevale invece l’incontro tra lui e la Zergol, la donna che ha ispirato Angiolina nel romanzo Senilità, ma ritorna prepotente la figura della moglie Livia. La scenografia, scarna ed essenziale, rievoca una sorta di paesaggio alla Magritte.







© %ANNO% Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura