Museo Revoltella


Trieste [17 gennaio 2010, ore 11:00]
Prima mattinata musicale dell'anno, domenica 17 gennaio


Comune di Trieste/Assessorato alla Cultura                                                                                                         

Civico Museo Revoltella/Galleria d’arte moderna

In collaborazione con la Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”

Con il contributo di: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia/Assessorato alla Cultura/Assessorato alle Attività Produttive/Provincia di Trieste/Fondazione de Claricini Dornpacher

 

MATTINATE MUSICALI INTERNAZIONALI MUSEO REVOLTELLA

DOMENICA 17 gennaio ORE 11.00

                                                                       

“Concerto dedicato ad Aldo Belli”

Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”

Massimo Belli direttore

Sergio Lazzeri fagotto

 

Programma

Ermanno Wolf Ferrari:

Suite – Concertino in FA Maggiore op. 16       

Notturno - Andante un poco mosso 

Strimpellata – Presto

Canzone – Andante cantabile

Finale – Andante con moto

 

Franz Schubert:                                   

Momento musicale (trascrizione di R. Zandonai)    

Allegro moderato

 

W.A. Mozart:                           

Ein musikalischer Spass

Allegro – Minuetto (Maestoso) – Trio – Adagio cantabile - Presto

 

L’ ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”, complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli è stato uno dei primi del suo genere sorti nel dopoguerra e svolge attività artistica di livello da più di quarant’anni. Nel 2008 è stata riconosciuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia “organismo di interesse regionale”

Il 25 ottobre 2005 per festeggiare il 40° anniversario di attività artistica dell'orchestra, si è tenuto un concerto al Teatro Verdi di Trieste che ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, con la partecipazione straordinaria del violinista Salvatore Accardo.

L’ orchestra si è posta all’attenzione del pubblico e della critica suonando in Austria, Slovenia, Croazia, Germania, Svizzera, Tunisia e Italia, con solisti d’eccezione, quali Domenico Nordio, Michael Flaksman, Lucio Degani, Federico Agostini, Massimo Gon, Friedemann Eichhorn, Peter Bannister, Markus Placci, Mauro Maur, Cristiano Rossi, Sandro De Palma, Dan Zhu, Niek De Groot, Mirel Iancovici ecc.

Da sempre attenta alla diffusione della musica contemporanea ha al suo attivo molte prime esecuzioni assolute di compositori quali: Nieder, Sofianopulo, Dott, Margola, Conti, Viozzi, Coral ecc.

 Nell’ottobre 2002 ha tenuto un concerto a Trieste per l’iniziativa Adriatico – Jonica, in occasione della visita del Presidente del Consiglio e dei ministri degli Esteri di vari paesi.

Recentemente si è esibita per i festeggiamenti del 700° anniversario della Cattedrale di San Giusto a Trieste, nel Duomo di Loreto e nel Duomo di Ascoli Piceno, per le Settimane Musicali di Lugano e ai Festival Internazionali di Hammamet e di El Jem.

Il 6 marzo 2004 ha tenuto un concerto a Vittorio Veneto col violinista Markus Placci, vincitore del 26° Concorso Nazionale di Vittorio Veneto, dove nel corso della serata è stato assegnato il “Premio Musicarchi 2004 alla Carriera” a Renato Zanettovich (importante riconoscimento assegnato in precedenza a Claudio Abbado, Riccardo Muti, Salvatore Accardo e Piero Farulli).

L’orchestra è formata da affermati strumentisti vincitori di importanti concorsi internazionali, che possono vantare una lunga esperienza concertistica nel campo solistico e cameristico e tramandano la civiltà musicale del Trio di Trieste e del Quartetto Italiano di cui sono stati allievi.

L’ensemble ha inciso un CD per la casa discografica Velut Luna con Domenico Nordio, e quattro con l’etichetta Rainbow, l’ultimo dei quali contenente musiche di Franco Margola in prima registrazione mondiale.

 

MASSIMO BELLI diplomato con il massimo dei voti e la lode, ha studiato violino e musica da camera con B. Polli, R. Zanettovich, P. Farulli, S. Accardo, H. Szeryng e il Trio di Trieste.

Premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha debuttato sedicenne al Teatro Politeama Rossetti di Trieste per la Società dei Concerti; in seguito ha suonato da solista, nelle più importanti sale italiane (Teatro Verdi di Trieste, Teatro La Fenice di Venezia, Sala Bossi di Bologna, Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Circolo della Stampa di Milano, Conservatorio di Torino, Teatro Litta di Milano, Castel Sant’Angelo a Roma, Festival di Todi, Estate Fiesolana, Sala dei Giganti a Padova, Aterforum di Ferrara ecc.) in tutta Europa, ex unione Sovietica, Turchia e Sud America.

Ha interpretato i principali concerti del repertorio violinistico accompagnato da importanti orchestre: Sinfonica del Conservatorio di Praga (Ciaikovskji), Angelicum di Milano (Beethoven), Teatro Verdi di Trieste (Bruch), Haydn Philarmonia (Mendelssohn), Orchestra da Camera di Salisburgo (Mozart) ecc. E’ stato primo violino di spalla dell’orchestra Giovanile Italiana, dall’Orchestra Busoni, della Haydn Philarmonia e primo violino e direttore dei Virtuosi dell’Ensemble di Venezia.

Ha registrato per radio e tv Italiana, Sovietica, Tedesca, Jugoslava, Brasiliana, Austriaca ecc. e inciso per Sipario Dischi, in prima mondiale musiche di Donizetti per Nuova Era e di Tartini  per la Tirreno Editoriale di Lugano. Ha studiato direzione d’orchestra con Aldo Belli e Julian Kovatchev.

E’ professore di violino al Conservatorio di Trieste, al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, ai corsi estivi di Solighetto e recentemente è stato invitato per una Masterclass al Conservatorio Reale di Murcia (Spagna) e presso la Hoochschule di Mannheim. Nel 2008 è stato insignito del premio alla carriera “Piccola Orchestra Veneta”.

 

Sergio Lazzeri si è diplomato in fagotto con il massimo dei voti nel 1982 presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova. Nel 1983 risulta vincitore del Concorso internazionale Città di Stresa e nello stesso anno vince la Rassegna “C.M. Rietmann” di Genova. Dal 1984 al 1987 ha lavorato presso il Teatro del Giglio di Lucca. Nel 1987 ha collaborato con il Teatro La Fenice di Venezia in qualità di controfagottista e nello stesso anno ha partecipato allo Schleswig Holstein Festival sotto la direzione di Sergiu Celibidache. Nel 1988 è risultato vincitore in Francia dei concorsi presso l’Orchestre Symphonique d'Europe e l’Orchestre de l'Offrande Musicale. Nel 1989 ha vinto in Spagna i concorsi per primo fagotto e controfagotto presso l'Orquesta Filarmonica de Gran Canaria. Nel 1992 è risultato vincitore del concorso per primo fagotto presso l'Orchestre National de Lyon (Francia) e nel 1993 ha vinto il concorso per primo fagotto presso la Israel Chamber Orchestra (Israele). Dal 1994 al 2000 è stato primo fagotto della Cyprus State Orchestra (Cipro). Collabora regolarmente come controfagottista con l'Orchestra Filarmonica Marchigiana, l'Orchestra “Haydn” di Trento e Bolzano, l'Orchestra Nazionale della RAI di Torino e I Fiati di Parma. Insegna attualmente nel Conservatorio “G. Tartini” di Trieste.

 

Nuova Orchestra da camera “Ferruccio Busoni”

Violini primi: Michele Lot, Valentini Dentesani, Nicola Mansutti, Verena Rojc

Violini secondi: Giancarlo Nadai, Furio Belli, Davide Albanese, Mia Kovacevic

Viole: Giancarlo Di Vacri, Federico Furlanetto

Violoncelli:Chiara Urli, Massimo Favento

Contrabbasso: Ilin Dime-Dimovski

Corni:Paolo Vissani, Jasna Komar

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO: Domenica 31 gennaio, ore 11.00 Vladimir Mendelsshon, viola; Andrea Rucli

programma a tema "...De la nuit" (Minoru Miki, John Cage, Gabriel Faurè, Rob du Bois, Edward Elgar, L.v.Beethoven, Niccolò Paganini)

 www.orchestrabusoni.it            






© %ANNO% Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura