Museo Revoltella


Trieste [11 ottobre 2009, ore 11:00]
Seconda mattinata musicale con pianoforte e violino


         Comune di Trieste / Assessorato alla Cultura

Civico Museo Revoltella / Galleria d’arte moderna

in collaborazione con la Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”

con il contributo della  Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Assessorato alla Cultura

e Assessorato alle Attività Produttive

Provincia di Trieste                                  

Fondazione de Claricini Dornpacher

 

MATTINATE MUSICALI INTERNAZIONALI

 

domenica 11 OTTOBRE ORE 11.00

                                                             

Concerto

 Massimo Belli direttore / Michele Lot violino / Giuseppe Zuccon Ghiotto pianoforte

PROGRAMMA 

 W.A.Mozart

Sonata per pianoforte e violino KV 305

in La  maggiore Allegro di molto

THEMA e sei variazioni, Andante grazioso

E Bloch

da BAAL SHEM (tre momenti di vita Chassidica)

"NIGUN" (Improvisation)

C Franck:

Sonata in la maggiore

Allegretto moderato - Allegro

RECITATIVO-FANTASIA, Ben moderato

Allegretto poco mosso

Michele Lot si diploma nel 1984 al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° Renato Zanettovich con il massimo dei voti e la lode.I sette anni di studio con il M° Zanettovich sono stati un’ impronta basilare che gli ha dato un taglio di “scuola” importantissima, quanto rara, permettendogli di essere premiato in dodici concorsi, di cui dieci internazionali, di violino e musica da camera.Al concorso F. Cilea, oltre al 1°  premio, si aggiudica la Menzione Speciale ed al concorso internazionale violinistico M. Abbado anche il Premio Borciani per la migliore performance cameristica. Negli anni successivi al diploma estremamente formativi si sono rivelati gli incontri con maestri dal carisma unico come Piero Farulli per il quartetto d’ archi, Paolo Borciani e Dario De Rosa per il repertorio con pianoforte. L’ attingere a queste fonti di sapere musicale lo ho portato a fare una sintesi dei possibili modi di leggere e fare musica. Attivissimo nell’ ambito cameristico ha inciso diversi dischi in varie formazioni come il quintetto con pianoforte(Quintetto Jupiter), il quartetto con flauto(Quartetto Die Zauberflote), orchestra d’ archi(I solisti dell’ ensemble di Venezia) e registrato varie volte per la RAI. La passione per l’insegnamento , che è una componente essenziale del suo bagaglio professionale, lo ha portato, insieme a Massimo Belli e Giancarlo Nadai, ad iniziare quindici anni fa, un corso di perfezionamento estivo di violino che si svolge a Pieve di Soligo a villa Brandolini.. In questi ultimi anni ha tenuto altri corsi di perfezionamento come quello sull’ interpretazione dei concerti di Vivaldi o quello svoltosi a Crested Butte, in Colorado, per l’università americana del North Texas. Michele Lot insegna quasi ininterrottamente dal 1984 al conservatorio di Castelfranco Veneto ed alcuni dei suoi allievi vincono regolarmente concorsi nazionali ed internazionali o suonano stabilmente in prestigiosissime compagini orchestrali quali quelle del Teatro alla Scala,  Wiener Philarmoniker e la Jungen Mahler Orchester. Altri ancora si esibiscono come solisti o violini di spalla. Recentemente gli è stato conferito il Premio Piccola Orchestra Veneta per i suoi meriti sia in ambito concertistico che in quello didattico e divulgativo. Ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto in Italia e all’ estero  in svariate formazioni e proponendo un repertorio vasto e spesso desueto. E’ violino principale e solista dell’ orchestra Ferruccio Busoni diretta dal M° Massimo Belli con la quale ha recentemente inciso il concerto per violino “dell alba” e il doppio concerto per violino e pianoforte, con il pianista Massimo Gon, di Franco Margola uno dei massimi compositori del novecento italiano.  

 

Il pianista Giuseppe Zuccon-Ghiotto dopo il diploma conseguito brillantemente al conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza sotto la guida del M° Antonio Rigobello, si mette subito in luce sbaragliando tutti i concorrenti del concorso per neo-diplomati  di Cesena (al quale vengono invitati solo i migliori diplomati di ogni anno) facendosi subito apprezzare per l’ alto valore tecnico delle sue esecuzioni, ma anche per la capacità di accostare opere virtuosistiche a brani  che abbiano uno spessore timbrico affatto diverso dove lo stile ed il periodo storico esigono una diversa concezione del fraseggio e del suono.Il perfezionamento con il M° Bruno Mezzena dà subito i suoi  frutti consentendogli di vincere o di essere premiato  in concorsi nazionali ed internazionali  in molte località italiane.

Il perfezionamento con il M° Peter Hefler gli vale, all’ Accademia svizzera di Basilea, il Diploma e la Laurea con il massimo dei voti e la lode in” Virtuosité “.Dopo queste esperienze solistiche Giuseppe Zuccon-Ghiotto sente il bisogno di avvicinarsi alla musica da camera così inizia un percorso fiesolano (alla scuola di musica di Fiesole diretta da Piero Farulli) entusiasmante che lo porterà a fare del camerismo il perno dei suoi futuri successi.Nel clima effervescente di Fiesole e a contatto con  musicisti come Renato Zanettovich, Dario De Rosa, Maurine Jones e Paolo Borciani si forma il Quintetto Jupiter, uno dei più premiati gruppi cameristici degli ultimi anni  col quale sarà premiato in  prestigiosi concorsi (S. Lorenzi, Atkinssons, C. Soliva, Saturnia, Stresa) e del quale la critica si esprimerà spesso in termini entusiastici.Ha al suo attivo diverse incisioni discografiche in formazioni varie, gruppi da camera ed ensemble ed è invitato a tenere corsi di perfezionamento sia di pianoforte che di musica da camera .

E’ docente presso il conservatorio A. Pedrollo di Vicenza e collabora con il prestigioso “ Quartetto della Scala”

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO:

Domenica 25 ottobre: ”Concerto dedicato ad Aldo Belli”

                                      Direttore Massimo Belli

                                      Fabio Cascioli chitarra

                                      Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”

                                                  Musiche di Castelnuovo Tedesco

   

                      

 

 

 

 

 

 

 

 

 







© %ANNO% Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura