Museo Revoltella
<< elenco appuntamenti

Trieste [16 novembre 2008, ore 11:00]
Domenica 16 novembre concerto per violino e pianoforte
auditorium del Museo Revoltella

MATTINATE MUSICALI INTERNAZIONALI

MUSEO REVOLTELLA

 

DOMENICA 16 novembre ORE 11.00

 

"Tre concerti per Aldo Belli"

I Solisti della Busoni

Valentina Caiolo violinista

Francesco De Zan pianista

Programma

W.A. Mozart (1756-1791)

Sonata KV 454 in Si bem. Magg. "Strinasacchi" (1784)

Largo - Allegro

Andante

Allegretto

F. Schubert(1797-1828)

Sonatina in Re magg. D 384 per vl. e pianoforte (1816)

Allegro molto

Andante

Allegro vivace

R. Schumann (1810-1856)

Sonata op. 105 in la min per vl. e pf. (1851) Mit leidenschaftlichem Ausdruck

Allegretto

Lebhaft

J. Brahms (1833-1897)

Scherzo F.A.E. in do min. WoO 2 per vl. e pf. (1853)

Allegro

Valentina Caiolo, ha iniziato lo studio del violino a Como per poi proseguire a Palermo sotto la guida di Giuseppina Trombone. Nel 1991 si diploma al Conservatorio di Palermo e successivamente frequenta il corso di perfezionamento in violino e musica da camera tenuto dal M° Norbert Brainin (1° violino del Quartetto Amadeus) presso la Scuola di Musica di Fiesole. Nel ‘95-‘96 frequenta la Royal Academy of Music di Londra, dove partecipa attivamente alla vita musicale suonando in varie formazioni cameristiche. Consegue un premio speciale in formazione di trio e si esibisce, per conto della Royal Academy, alla Duke’s Hall e nella Chiesa di S. Martin in the Fields e presso il Palau de la musica catalana di Barcellona. Tornata in Italia, dopo aver vinto varie audizioni e concorsi in importanti Enti musicali italiani (Teatro Massimo di Palermo, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Massimo Bellini di Catania, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Sinfonica di S. Remo) si dedica molto all’attività cameristica soprattutto in trio con pianoforte con il "Velke Trio" e in duo con pianoforte con Francesco De Zan, formazioni con le quali ha suonato nell’ambito di importanti Festival e Rassegne in Italia e all’estero. Dal 1993 fa parte dell’Orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania, dove ha ricoperto anche ruoli di prima parte. Ha preso spesso parte alle tournées delle orchestre da camera "Federico II" e "I Solisti dell’Accademia" e dell’ensemble "I Solisti della Scala". Suona un violino italiano della metà del ‘700.

FRANCESCO DE ZAN, considerato uno dei piú interessanti pianisti della sua generazione, si è diplomato con lode al Conservatorio di Padova e si è perfezionato con vari maestri quali Gino Gorini, Edith Fischer, Alexis Weissemberg, Martha del Vecchio e Bruno Bettinelli (per la composizione). Un’intensa attività concertistica lo ha portato a suonare con successo dipubblico e di critica in molte città italiane ed estere.Da diversi anni si sta dedicando al repertorio cameristico esibendosi in centinaia di concerti all’interno di importanti stagioni musicali.Ha collaborato, tra gli altri, con i violinisti Stefano Pagliani, Valery Oistrakh, Gernot Winischhofer e Hans Heinz Schneeberger; con i violoncellisti Patrick Demenga e Christophe Coin; con il contrabbassista Franco Petracchi; con gli Ensemble "I Solisti della Scala", "Gubbio Festival Ensemble", "Quartetto d’Archi di Torino" e "Quartetto Archimede".Contemporaneamente all’attività concertistica si è laureato in Filosofia con una tesi di Estetica musicale presso l'Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha ideato e organizzato molti Festival musicali e diverse Masterclasses internazionali in Veneto, Umbria, Liguria, Calabria e Sicilia. Nel 1998 ha registrato il CD live "Recital" in duo con il violoncellista Patrick Demenga.Nel 2001 ha registrato dal vivo con Stefano Pagliani l’integrale per pianoforte e violino di Brahms pubblicata dalla casa coreana Arcadia e nel 2003 dall’italiana Agorà. Nel 2006-7 è stato invitato a tenere diverse tournées in Giappone, Korea, Taiwan, Spagna, Francia, Repubblica Ceca, Macedonia, Slovenia e Kosovo.Il 2008 lo vede esibirsi in diversi Paesi europei in duo con il violoncellista Christophe Coin, e con il violinista Valery Oistrakh nell’ambito del progetto "Omaggio a David Oistrakh nel 100° della nascita".

PROSSIMO APPUNTAMENTO: 23 NOVEMBRE:

Concerto dedicato ad Aldo Belli

Musiche di Vitali, Stamitz, Visnovitz

Nuova Orchestra "Ferruccio Busoni"

Susanne Erhardt clarinetto

Laura Bortolotto violino

 

Comune di Trieste

Assessorato alla Cultura

Civico Museo Revoltella

Galleria d’arte moderna

In collaborazione con

Nuova Orchestra "Ferruccio Busoni"

Con il contributo di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Assessorato alla Cultura

Provincia di Trieste

Fondazione de Claricini Dornpacher

 





Condividi

<< elenco appuntamenti >> versione stampabile


© 2008 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura