Museo Revoltella
<< elenco appuntamenti

Trieste [09 dicembre 2007, ore 11:00]
Mattinate musicali del Revoltella. Il concerto del 9 dicembre


 

Comune di Trieste

Assessorato alla Cultura                                                                                                                                                                              

Civico Museo Revoltella

Galleria d’arte moderna

 

In collaborazione con

Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”

 

Con il contributo di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Assessorato alla Cultura

 

Provincia di Trieste

Fondazione CRTrieste                                    

 

 

MATTINATE MUSICALI AL MUSEO REVOLTELLA

AUTUNNO 2007

 

 DOMENICA 9 DICEMBRE ORE 11.00

                                                                      

“Tre concerti per Aldo Belli”

 

Nuova Orchestra “Ferruccio Busoni”

Direttore: Massimo Belli

Violinista: Michele Lot

Trombettista: Mauro Maur

 

OMAGGIO A FRANCO MARGOLA

 

Programma

 

Franco Margola                         (1908-1992)

 

Concerto dell’Alba per violino e archi (I esecuzione assoluta)

Primo tempo – Lento – Rondò

Solista: Michele Lot

 

Concerto per tromba, archi e percussione

Allegro vivo – Adagio – Allegro deciso – Adagio – Allegro

Solista: Mauro Maur

 

Sinfonia in Quattro Tempi “Delle Isole”

Deciso e ben ritmato

Sostenuto e dolente

Allegro spigliato

Fuga – Allegro moderato

 

La NUOVA ORCHESTRA DA CAMERA “FERRUCCIO BUSONI”, riprende le tradizioni artistiche della già esistente Orchestra “F. Busoni”, complesso storico fondato nel 1965 da Aldo Belli. In quarant’anni di attività l’Orchestra ha tenuto importanti concerti in Italia e all’estero, presentando al pubblico lavori dei più importanti compositori triestini: Viozzi, Bugamelli, Sofianopulo, Merkù, Zanettovich, Zafred, Pipolo, Coral, Levi ecc. collaborando con la radio e la televisione Italiana ed altre emittenti estere.

In occasione del centenario ha inaugurato il Teatro Politeama Rossetti.

Per anni è stata ospite nella Chiesa della Pietà di Venezia, dove operava Antonio Vivaldi.

Per mantenere viva questa realtà, nell’anno 2000 l’orchestra è stata rifondata con un adeguamento e aggiornamento dello statuto originario. Il gruppo riveste un importanza storica in quanto è stato uno dei primi del suo genere sorti nel dopoguerra a svolgere attività artistica di livello per più di quarant’anni.

La Nuova orchestra si è già posta all’attenzione del pubblico e della critica suonando in Slovenia, Croazia, Germania, Svizzera e Italia, con solisti d’eccezione, quali Domenico Nordio, Michael Flaksman, Lucio Degani, Federico Agostini, Massimo Gon, Friedemann Eichhorn, Peter Bannister, Markus Placci, Mauro Maur, Cristiano Rossi ecc.

Nell’ottobre 2002 ha tenuto un concerto a Trieste per l’iniziativa Adriatico – Jonica, in occasione della visita del Presidente del Consiglio e dei ministri degli Esteri di vari paesi.

Recentemente si è esibita per i festeggiamenti del 700° anniversario della Cattedrale di San Giusto a Trieste, nel Duomo di Loreto e nel Duomo di Ascoli Piceno, per “Ascoli Piceno Festival” e per le Settimane Musicali a Lugano.

Il 6 marzo 2004 ha tenuto un concerto a Vittorio Veneto col violinista Markus Placci, vincitore del 26° Concorso Nazionale di Vittorio Veneto, dove nel corso della serata è stato assegnato il “Premio Musicarchi 2004 alla Carriera” a Renato Zanettovich (importante riconoscimento assegnato in precedenza a Claudio Abbado, Riccardo Muti, Salvatore Accardo e Piero Farulli).

L’orchestra è formata da affermati strumentisti che possono vantare una lunga esperienza concertistica nel campo solistico e che ricoprono ruoli di prestigio in formazioni cameristiche e importanti orchestre.

L’ensemble ha inciso un CD per la casa discografica Velut Luna con Domenico Nordio, e con l’etichetta Rainbow, un CD  con Lucio Degani e uno con Markus Placci.

Il 25 ottobre 2005 per festeggiare il 40° anniversario di attività artistica dell'orchestra, si è tenuto un concerto al Teatro Verdi di Trieste che ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, con la partecipazione straordinaria del violinista Salvatore Accardo.

 

MASSIMO BELLI ha intrapreso lo studio del violino con il padre, proseguendo poi con B.Polli. Si è diplomato a pieni voti e lode sotto la guida di Renato Zanettovich al Conservatorio “B.Marcello” di Venezia. Ha seguito i corsi di perfezionamento a Fiesole con il Trio di Trieste, con Piero Farulli e all’Accademia Chigiana di Siena con Henryk Szeryng. E’ stato allievo per un biennio di Salvatore Accardo all’Accademia di Alto Perfezionamento “W.Stauffer” a Cremona.

Premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha debuttato sedicenne al Teatro Politeama Rossetti di Trieste per la Società dei Concerti, in seguito ha suonato da solista, nelle più importanti sale italiane (Teatro Verdi di Trieste, Teatro La Fenice di Venezia, Sala Bossi di Bologna, Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Circolo della Stampa di Milano, Conservatorio di Torino, Teatro Litta di Milano, Castel Sant’Angelo a Roma, Festival di Todi, Estate Fiesolana, Sala dei Giganti a Padova, Aterforum di Ferrara ecc.) in tutta Europa, ex unione Sovietica, Turchia e Sud America.

Ha interpretato i principali concerti del repertorio violinistico accompagnato da importanti orchestre: Sinfonica del Conservatorio di Praga (Ciaikovskji), Angelicum di Milano (Beethoven), Teatro Verdi di Trieste (Bruch), Haydn Philarmonia (Mendelssohn), Orchestra da Camera di Salisburgo (Mozart) ecc. E’ stato primo violino di spalla dell’orchestra Giovanile Italiana, dall’Orchestra Busoni, della Haydn Philarmonia e primo violino e direttore dei Virtuosi dell’Ensemble di Venezia.

Ha registrato per radio e tv Italiana, Sovietica, Tedesca, Jugoslava, Brasiliana, Austriaca ecc. e inciso per Sipario Dischi, in prima mondiale musiche di Donizetti per Nuova Era e di Tartini  per la Tirreno Editoriale di Lugano.

Ha studiato direzione d’orchestra con Aldo Belli e Julian Kovatchev. E’ professore di violino al Conservatorio di Trieste, al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, ai corsi estivi di Solighetto e recentemente è stato invitato per una Masterclass al Conservatorio Reale di Murcia (Spagna) e presso la Hoochschule di Mannheim.

E’ stato per cinque anni vicedirettore del Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste e ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi” di Trieste.

Nell’agosto 2002 ha avuto l’onore di dirigere l’orchestra  del 40° formata dai premiati al Concorso Nazionale di Violino Città di Vittorio Veneto in occasione del suo quarantesimo anno di attività.

    

MICHELE LOT si diploma nel 1984 al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° RENATO ZANETTOVICH con il massimo dei voti e la lode. I sette anni di studio con il M° ZANETTOVICH sono stati un’ impronta basilare che gli ha dato un taglio di “scuola” importantissima, quanto rara, permettendogli di essere premiato in undici concorsi, di cui nove internazionali, di violino e musica da camera.

Al concorso F. CILEA, oltre al 1°  premio, si aggiudica la Menzione Speciale ed al concorso internazionale violinistico M. ABBADO anche il Premio Borciani per la migliore performance cameristica. Negli anni successivi al diploma estremamente formativi si sono rivelati gli incontri con maestri dal carisma unico come PIERO FARULLI per il quartetto d’ archi, PAOLO BORCIANI e DARIO DE ROSA per il repertorio con pianoforte. L’ attingere a queste fonti di sapere musicale lo ho portato a fare una sintesi dei possibili modi di “leggere” e “fare” musica.

Attivissimo nell’ ambito cameristico ha inciso diversi dischi in varie formazioni come il quintetto con pianoforte(QUINTETTO JUPITER), il quartetto con flauto(QUARTETTO DIE ZAUBERFLOTE), orchestra d’ archi(I SOLISTI DELL’ ENSEMBLE DI VENEZIA) e registrato varie volte per la RAI. La passione per l’insegnamento , che è una componente essenziale del suo bagaglio professionale, lo ha portato, insieme a Massimo Belli e Giancarlo Nadai, ad iniziare dieci anni fa, un corso di perfezionamento estivo di violino che si svolge a Pieve di Soligo a villa Brandolini. In questi ultimi anni ha tenuto altri corsi di perfezionamento come quello sull’ interpretazione dei concerti di Vivaldi o quello svoltosi a Crested Butte, in Colorado, per l’università americana del NORTH TEXAS. Michele Lot insegna quasi ininterrottamente dal 1984 al conservatorio di Castelfranco Veneto ed alcuni dei suoi allievi vincono regolarmente concorsi nazionali ed internazionali o suonano stabilmente in prestigiosissime compagini orchestrali quali quelle del TEATRO ALLA SCALA e dei WIENER PHILARMONIKER.Altri ancora si esibiscono come solisti o violini di spalla.

Recentemente gli è stato conferito il Premio PICCOLA ORCHESTRA VENETA per i suoi meriti sia in ambito concertistico che in quello didattico e divulgativo.

 

MAURO MAUR si diploma giovanissimo a Trieste e nel 1975 supera il concorso d'ammissione al Conservatorio Nazionale di Parigi dove si perfeziona con Thibaud. Ancora allievo del Conservatorio vince l'audizione per prima tromba all'Orchestra Nazionale di Tolosa (diretto da Michel Plasson), con la quale effettuerà tournées negli Stati Uniti, in Canada, Austria, Germania e Italia.

 Collabora con altre famose orchestre francesi (Orchestre de l'Opéra, Orchestre National de France, Orchestre de Radio-France) con prestigiosi gruppi come l'Ars Nova, Les Solistes de France, l'Ircam, con grandi solisti quali Hendricks, Isoir, Thibaud, e diretto da grandi maestri come Muti, Bernstein, Ozawa, Boulez, Maazel.

 Medaglia d'oro al Concorso Internazionale di Toulon nel 1981, Premier Prix all'unanimità al Concorso del Conservatorio Nazionale Superiore Parigi nel 1982, ha anche vinto ai concorsi di Lille (France), e all'Opera di Roma, al S.Carlo di Napoli, all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Italia). Ha suonato nelle più importanti sale da concerto del mondo: Carnegie Hall di New York (Stati Uniti), Boston Symphony Hall (Stati Uniti), Opera di Dresda (Germania),Hollywood Bowl (Stati Uniti), Hercules Salle di Munich (Germania), Festspiele Salisburgo (Austria), Vienna Festspielhause (Austria), Megaron Athens (Grecia), Seoul Art Center (Korea), Prado Madrid (Spagna), Scala di Milano (Italia) ed altre, interpretando, accompagnato dai Solisti Veneti di Claudio Scimone, i Concerti di Tartini, Albinoni, Haydn.

Grandi compositori hanno dedicato alcune loro musiche a Mauro Maur: Morricone, Theodorakis, Bussotti, Clementi, Vlad e altri. Nella musica per il cinema e la televisione Mauro Maur è presente in più di 100 film le cui colonne sonore sono state composte da Morricone, Piovani, Ortolani, Goldsmith, Delerue.

 In più di essere dal 1985 la Prima Tromba nell'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma,  è stato presente varie volte in trasmissioni televisive popolari (Maurizio Costanzo Show, Tappeto Volante, La Notte di Marzullo), radiofoniche, ha registrato con la BMG Ariola, RCA, Sony Columbia. Mauro Maur, trombettista, direttore d'orchestra e compositore per teatro, cinema, televisione, prosegue una carriera internazionale con versatilità straordinaria che gli permette di suonare a fianco di Gloria Gaynor, Placido Domingo e i Solisti Veneti di Claudio Scimone.

 

Nuova Orchestra da camera “Ferruccio Busoni”

 

Violini primi:      Michele Lot, Gianpiero Zanocco, Nicola Mansutti, Francesca Bonomo

Violini secondi: Giancarlo Nadai, Furio Belli, Massimiliano Simonetto, Lara Baschino

Viole: David Briatore, Federico Furlanetto

Violoncelli: Jacopo Francini, Cristina Nadal

Contrabbasso:  Ilin Dime-Dimovski

Percussioni:      Tomislav Hmeljak

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO:

domenica 16 DICEMBRE  Nuova Orchestra “F. Busoni”

Musiche di J.S. Bach, J.Haydn, W.A. Mozart, E. Elgar

Violinista Greta Medini – Vincitrice II Premio al Concorso di Vittorio Veneto

Pianista Marco Vincenzi

 

 





Condividi

<< elenco appuntamenti >> versione stampabile


© 2007 Museo Revoltella, Comune di Trieste, Assessorato alla Cultura